Archivio notizie

 11-set-12
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ALL'UNANIMITA' UN ORDINE DEL GIORNO CONTRO LA CENTRALE A BIOGAS
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ALL\'UNANIMITA\'  UN ORDINE DEL GIORNO CONTRO LA CENTRALE A BIOGAS

Ordine del Giorno sul progetto di impianto a Biogas in Loc. Metocca a Suvereto


Consiglio Comunale di Suvereto
Seduta del 10 Settembre 2012-09-05
Ordine del Giorno presentato dai gruppi consiliari:


Suvereto Democratico
Uniti per Suvereto
PDL
Jessica Pasquini


In relazione al progetto per la realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica da Biogas, sito in Loc. Metocca, presentato ai competenti uffici provinciali dalla Soc. Suvenergy,

il Consiglio Comunale di Suvereto,

considerato

• Che il comune ha già partecipato alla fase istruttoria della Conferenza dei Servizi nella quale ha avanzato richieste di approfondimento in merito a criticità rilevate nel progetto;
• Che il 13 di agosto e il 7 settembre si sono tenute assemblee pubbliche con una grande partecipazione di cittadini, nel corso delle quali il Comune ha illustrato il progetto, espresso un giudizio negativo sul progetto e si è registrata un’opinione diffusa di netta contrarietà;
• Che l’Amm.ne Comunale è impegnata in una serie di incontri con la Provincia al fine di illustrare la volontà negativa del Comune e della cittadinanza di Suvereto;

tenuto conto quindi

• Delle considerazioni emerse nel corso delle assemblee del 13 agosto e del 7 settembre, convocate dall’Amm.ne Comunale;
• Del parere negativo del Sindaco e della Giunta espresso nel corso delle stesse assemblee pubbliche e sulla stampa;
• Del gran numero di osservazioni contrarie al progetto consegnate al Comune e alla Provincia di Livorno;
• Delle petizioni e raccolte di firme contrarie promosse da cittadini e da attività produttive, in particolare dalle imprese dei comparti che sono alla base della vita economica di Suvereto: agricoltura, turismo, commercio;
• Della contrarietà espressa in varie sedi e forme dalla totalità delle forze politiche presenti in Consiglio Comunale;

Nel ribadire il proprio impegno per lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili, da implementare presso le famiglie per il consumo domestico e presso le imprese industriali, artigianali e agricole nelle giuste modalità, dando la priorità, viste le caratteristiche del paese e del territorio comunale, a impianti di dimensioni ridotte capaci di garantire l’autoconsumo e anche un’integrazione del reddito agricolo nei limiti previsti dalle normative in materia,

giudica il progetto

• incongruo rispetto al modello di sviluppo di Suvereto, fondato sulla produzione agricola di qualità e di eccellenza, sulla tutela e la valorizzazione del paesaggio, dei beni culturali e naturalistici, sul turismo sostenibile;
• incompatibile in particolare con la qualificazione del nostro territorio come area di produzione vitivinicola DOC e DOCG, marchi che tutta la normativa vigente sulla localizzazione di impianti di grandi dimensioni per l’energia da fonti rinnovabili (come le Linee Guida Ministeriali, Decreto Ministeriale del 10/9/2010; le Leggi Regionali 11 e 56 del 2011, anche se relative al momento agli impianti fotovoltaici), considera come fattori escludenti;
• incompatibile rispetto alle caratteristiche dell’area più da vicino interessata, quella di Forni, caratterizzata dalla presenza , sull’asse capoluogo – San Lorenzo, di un gran numero di cantine prestigiose, di agriturismi di qualità, di un progetto di sviluppo di attività termale, della riconversione in atto dei volumi della vecchia fornace in senso residenziale e ricettivo, e a cui lo stesso Piano Strutturale del Comune di Suvereto assegna un ruolo progressivamente sempre più importante come area agricolo produttiva e turistica;
• incompatibile con varie problematiche presenti sul territorio, prime tra tutte la risorsa idrica, che, vista la cronica penuria d’acqua che caratterizza il territorio della Val di Conia e di Suvereto e la tendenza di fondo ad un sempre più grave regime climatico di siccità, come la drammatica estate che sta terminando ha appena dimostrato, ritiene prioritario destinare alle produzioni agricole e agroalimentari di qualità e non a grandi colture più o meno altamente idroesigenti destinate ad alimentare i biodigestori;
• incompatibile con la fragilità e l’inadeguatezza della rete viaria interessata dal progetto, che vedrebbe moltiplicarsi esponenzialmente il traffico pesante su strade già sottoposte ad uno stress oltre il limite sopportabile dai trasporti legati alla stazione Terna, ad attività di cava e di cantiere, all’attività agricola e turistica e, in futuro al nuovo insediamento residenziale e ricettivo;

ed esprime di conseguenza parere nettamente contrario al progetto di realizzazione di Centrale a Biogas in Loc. Metocca, presentato dalla Soc. Suvenergy.

Impegna quindi il Sindaco e la Giunta Comunale

• a trasmettere il parere contrario del Consiglio Comunale di Suvereto al Presidente della Provincia di Livorno, agli assessorati e uffici competenti, alla Conferenza dei Servizi e agli enti che ne fanno parte;
• agli Assessorati Regionali all’Ambiente e Energia, Agricoltura, Urbanistica, Infrastrutture e Mobilità, Turismo e Cultura;
• a diffondere il presente Ordine del Giorno agli organi di stampa e presso la cittadinanza.


I capigruppo:

Vinicio Tambelli – Suvereto Democratico
Giuliano Parodi – Uniti per Suvereto
Consalvo paternò di Sessa – PDL
Jessica Pasquini - Indipendente